Bonus mobili e ristrutturazione: posso usufruire subito della detrazione?

Bonus mobili e ristrutturazione: posso usufruire subito della detrazione?

DOMANDA

Salve, ho aperto ora una CILA (dicembre 2021) per spostare una parete e vorrei usufruire del bonus mobili. I lavori finiranno a gennaio, devo acquistare i mobili a dicembre o anche a gennaio? Vorrei scaricarli nel 2022, ma se li acquisto a gennaio, li scarico nel 2023, giusto? Inoltre, se li acquisto a dicembre e la fattura dei lavori sarà a gennaio, posso usufruire del bonus mobili? Grazie,

Mariagrazia

 

RISPOSTA

Gentile Lettrice,

per ottenere il bonus mobili e arredi è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

La data di avvio dei lavori può essere dimostrata da eventuali abilitazioni amministrative (CIL, CILA, SCIA ecc.). Per gli interventi in edilizia libera, che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi, è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà nella quale sia evidenziata anche la data di inizio dei lavori.

Tornando al suo quesito se i lavori sono iniziati a dicembre 2021 lei potrà usufruire del Bonus mobili fin da subito, anche se ancora non ha sostenuto nessuna spesa per gli interventi di ristrutturazione.  Per le spese sostenute per i nuovi arredi nell’anno 2021 potrà portarle in detrazione nel Modello 730/2022. Per le spese che sosterrà nel 2022 potrà detrarre la prima rata nel Modello 730/2023.

Ai fini della detrazione vige il principio di “cassa” con la conseguenza che se lei sostiene delle spese per gli arredi nel 2021 avrà diritto alla detrazione nel Modello 730/2022.

 

Cosa c’è da sapere sul bonus mobili e ristrutturazione

Si può usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

In riferimento ai lavori effettuati sui singoli appartamenti il bonus mobili spetta a condizione che siano state sostenute anche spese per interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia.

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 16.000 euro  riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nell’anno 2021.

La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.

È bene evidenziare che a partire dal 1° gennaio 2022 la Legge di Bilancio in corso di approvazione, porterà il limite di spesa su cui calcolare la detrazione da euro 16.000 a euro 10.000.

Gli esperti di 50&PiùCaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana.

Il QUESITO della settimana

Potrebbe interessarti anche

  • Conguaglio del Modello 730/2023: come funziona e quando arrivano i rimborsi?

    Con la busta paga di luglio sono stati effettuati i primi rimborsi IRPEF per i lavoratori dipendenti che hanno presentato il Modello 730/2023 entro il mese di maggio. Per i pensionati, invece, i rimborsi verranno effettuati a partire dalla pensione del mese di agosto.

    1 Agosto 2023
  • Modello 730: quali spese detraibili per figli?

    Scuola, sport e università sono tre ambiti che hanno particolare importanza per la crescita e la formazione, e possono comportare un significativo investimento economico. Si tratta però di spese che chi presenta il Modello 730 ha l’opportunità, almeno in parte, di recuperare.

    8 Aprile 2024
Cerca articoli per categoria
Hai bisogno di consulenza e assistenza fiscale?
Convenzione aziendale
Le esigenze dei dipendenti sono una delle priorità delle aziende

Per questo molte organizzazioni mettono a disposizione dei collaboratori forme di welfare aggiuntivo. Ti proponiamo una convenzione con condizioni economiche vantaggiose e un’assistenza dedicata

Collabora con noi
Sei un professionista di settore e vuoi ampliare la gamma dei servizi da offrire ai tuoi clienti?

Per fidelizzare i tuoi clienti puoi affidarti ad un partner professionale senza fare investimenti. Offriamo le migliori soluzioni in ambito fiscale e previdenziale a vantaggio dello studio professionale di dottori commercialisti, consulenti del lavoro ed esperti contabili.