RED - CAF 50&Più

RED

Il RED è una dichiarazione che ogni pensionato, titolare di prestazioni e maggiorazioni sulla propria pensione, deve presentare per consentire all’Inps di accertare il diritto di tali prestazioni ed il corretto importo della pensione percepita.

Con la presentazione del Modello RED l’INPS può effettuare la verifica della spettanza di alcune agevolazioni riconosciute, come gli assegni familiari e la quattordicesima.

In alcuni casi è necessario presentare il modello RED anche per il coniuge ed eventuali figli presenti nel nucleo familiare.

50&PiùCaf è a disposizione per la compilazione dei modelli RED ed il successivo invio all’Inps.

Sono obbligati a presentate il modello RED:
– i pensionati non tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi, titolari di prestazioni collegate al reddito quali:
• pensioni estere
• complementari
• redditi agrari
• redditi da lavoro autonomo

– i pensionati che presentano la dichiarazione dei redditi, che possiedono redditi non indicati nella dichiarazione quali:
• redditi esenti
• redditi esclusi dalla dichiarazione

Sono inoltre obbligati alla presentazione del modello Red i pensionati titolari di uno dei seguenti redditi:
• reddito derivante da rapporti di lavoro dipendente prestato all’estero;
• redditi di lavoro autonomo, anche se presenti nella dichiarazione dei redditi;
• reddito derivante da prestazioni coordinate e continuative o a progetto;
• redditi di capitale quali interessi bancari, postali, dei BOT, dei CCT e altri titoli di Stato o altri proventi di quote di investimento ecc.;
• prestazioni assistenziali in danaro erogate dallo Stato o altri Enti Pubblici;
• altri redditi non assoggettabili all’IRPEF;
• pensioni erogate da Stati esteri;
• rendite e vitalizi o a tempo determinato costituite a titolo oneroso erogate da soggetti in Stati esteri.

Dal 2016 l’INPS non invia più alcuna comunicazione cartacea ai pensionati, con l’indicazione della data di presentazione del modello, che varia annualmente. E’ possibile consultare il sito dell’INPS oppure chiedere informazioni al proprio CAF per conoscere i termini di presentazione del modello RED. Si ricorda che in caso di mancato invio, l’INPS potrebbe sospendere le prestazioni collegate al reddito nel corso dell’anno successivo a quello in cui il modello doveva essere presentato.

50&PiùCaf è a disposizione per la compilazione dei modelli RED ed il successivo invio all’Inps.

  • Codice Fiscale e Documento d’identità in corso di validità del dichiarante.
  • Atto di nomina per amministratore di sostegno o rappresentante legale se presente.
  • Dichiarazione dei redditi del pensionato.
  • Modello/i CU rilasciato dal datore di lavoro se sono stati erogati arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita).
  • La documentazione relativa a interessi bancari, postali, di BOT, CCT o altri titoli di Stato.
  • La documentazione di eventuali redditi esenti (pensioni di invalidità civile, di guerra, redditi esteri, ecc.).
  • Visure catastali (che potranno essere richieste al Caf).
  • Certificazione di pensioni erogate da Stati esteri.

Se la dichiarazione deve essere resa con riferimento ai familiari è necessario presentare la stessa documentazione anche per i rispettivi componenti del nucleo familiare.

I documenti vanno consegnati al Caf in fotocopia
È importante ricordare che va consegnata al CAF copia di tutta la documentazione mentre gli originali devono essere conservati dal contribuente.

Potrebbe interessarti anche

  • La nuova Imu 2020

    La scadenza della prima rata è entro il 16 giugno. Sono esentati dal pagamento dell’acconto gli immobili del settore turistico. La nuova Imu incorpora anche la Tasi. L’imposta è quindi unica.

    29 Maggio 2020
  • Costruzione box pertinenziale: se non si può cedere il credito come faccio a recuperarlo se non ho capienza fiscale?

    Per le spese sostenute per la realizzazione del box auto pertinenziale non è prevista la possibilità di cedere il credito, con la conseguenza che la detrazione fiscale spettante, pari al 50%, potrà essere recuperata solamente in dichiarazione dei redditi in 10 anni. In questi casi il recuperò potrà avvenire fino a “capienza” dell’imposta evidenziata nella dichiarazione dei redditi e la differenza andrà persa.

    10 Maggio 2021
Cerca articoli per categoria
Hai bisogno di consulenza e assistenza fiscale?
Convenzione aziendale
Le esigenze dei dipendenti sono una delle priorità delle aziende

Per questo molte organizzazioni mettono a disposizione dei collaboratori forme di welfare aggiuntivo. Ti proponiamo una convenzione con condizioni economiche vantaggiose e un’assistenza dedicata

Collabora con noi
Sei un professionista di settore e vuoi ampliare la gamma dei servizi da offrire ai tuoi clienti?

Per fidelizzare i tuoi clienti puoi affidarti ad un partner professionale senza fare investimenti. Offriamo le migliori soluzioni in ambito fiscale e previdenziale a vantaggio dello studio professionale di dottori commercialisti, consulenti del lavoro ed esperti contabili.