Mensa scolastica: se la fattura è intestata alla moglie fiscalmente a carico, chi detrae la spesa

DOMANDA

La fattura pagata per la mensa scolastica di mio figlio è intestata a me. Io, però, sono a carico di mio marito. Domanda: mio marito può detrarre questa spesa?
Grazie

RISPOSTA

Quando l’onere è sostenuto per i familiari a carico, la detrazione o la deduzione spetta al contribuente al quale è intestato il documento che certifica la spesa. Se invece il documento è intestato al familiare fiscalmente a carico, le spese vanno suddivise in relazione all’effettivo sostenimento.

In merito alla particolare ipotesi in cui il documento di spesa, relativo al familiare a carico, sia intestato al genitore, anch’esso fiscalmente a carico del proprio coniuge, l’Agenzia delle entrate ha fornito specifiche indicazioni nella Circolare del 31/05/2019 n. 13/E nella quale ha evidenziato che “la detrazione spetta al contribuente che ha sostenuto la spesa nell’interesse di familiari a carico anche nell’ipotesi in cui i documenti di spesa siano intestati ad un altro familiare anche esso fiscalmente a carico del soggetto che ha sostenuto la spesa”.

Tornando al suo quesito se la spesa relativa alla mensa scolastica di suo figlio è stata effettivamente sostenuta da suo marito si ritiene che la stessa sia detraibile da quest’ultimo anche se il documento è intestato a lei (moglie) nel presupposto che, in dichiarazione dei redditi, lei stessa risulterà indicata come “coniuge fiscalmente a carico”.

Nel documento di spesa dovrà essere evidenziato che la stessa è stata sostenuta da suo marito. A tal fine potrà  essere apposta la dicitura “spesa sostenuta al 100% da…..….. codice fiscale…….”.

Cosa c’è da sapere

La Circolare n. 13/2019 dell’Agenzia delle entrate, confermando i precedenti documenti di Prassi, ha precisato che se l’onere è sostenuto per i familiari a carico la detrazione spetta al contribuente al quale è  intestato il documento che certifica la spesa.

Se la spesa riguarda i figli, la detrazione spetta al genitore che l’ha sostenuta a prescindere dalla circostanza che sia titolare o meno anche della detrazione per figli a carico e dalla modalità di ripartizione con l’altro genitore di tale ultima detrazione. Se il documento di spesa è intestato al figlio fiscalmente a carico, le spese sono suddivise, in relazione al loro effettivo sostenimento, tra i genitori. Questi ultimi possono, comunque, ripartire le spese in misura diversa dal 50 per cento annotando sul documento comprovante la spesa stessa, la percentuale di ripartizione.

Gli esperti di 50&PiùCaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana.

Il QUESITO della settimana

Potrebbe interessarti anche

Cerca articoli per categoria
Hai bisogno di consulenza e assistenza fiscale?
Convenzione aziendale
Le esigenze dei dipendenti sono una delle priorità delle aziende

Per questo molte organizzazioni mettono a disposizione dei collaboratori forme di welfare aggiuntivo. Ti proponiamo una convenzione con condizioni economiche vantaggiose e un’assistenza dedicata

Collabora con noi
Sei un professionista di settore e vuoi ampliare la gamma dei servizi da offrire ai tuoi clienti?

Per fidelizzare i tuoi clienti puoi affidarti ad un partner professionale senza fare investimenti. Offriamo le migliori soluzioni in ambito fiscale e previdenziale a vantaggio dello studio professionale di dottori commercialisti, consulenti del lavoro ed esperti contabili.