Detrazione Irpef affitto di un alloggio sociale

Quesito della settimana: È prevista la detrazione Irpef per gli inquilini con un contratto di affitto di un alloggio sociale?

DOMANDA

Ho usufruito della detrazione per alloggi sociali negli anni in cui era prevista, ma adesso che non c’è più potrei usufruire della detrazione a canone convenzionato? In alternativa, ci sono altre detrazioni di cui potrei usufruire nel mio caso? Oppure, per chi ha usufruito delle detrazioni per alloggi sociali non vi è, attualmente, la possibilità di usufruire di alcuna detrazione?
Grazie

RISPOSTA

Per il solo triennio 2014-2016, a favore dei soggetti titolari di contratti di locazione di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale, era riconosciuta una detrazione Irpef da far valere in dichiarazione dei redditi (articolo 7, comma 1, Dl 47/2014).
Ai fini del beneficio fiscale, era definito alloggio sociale “l’unità immobiliare adibita a uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato” (articolo 1, Dm 22 aprile 2008, in attuazione dell’articolo 5, legge 9/2007). Il beneficio fiscale citato non è stato confermato dal legislatore per gli anni successivi e si è “esaurito” nell’anno d’imposta 2016.
Resta invece confermata la detrazione, di cui all’articolo 16 del Tuir, per i titolari di contratti di locazione stipulati ai sensi della Legge 431/1998 e destinati ad abitazione principale. Tornando al suo quesito, in riferimento all’alloggio sociale a lei assegnato, non si ritiene possibile usufruire della detrazione fiscale.
L’Agenzia delle entrate ha chiarito che la detrazione di cui all’articolo 16 del Tuir in nessun caso spetta per i contratti di locazione intervenuti tra enti pubblici e contraenti privati (Circolare 12.05.2000 n. 95, risposta 6.1.2, Circolare 14.06.2001 n. 55, risposta 2.3.2, e Circolare 7.06.2002 n. 48, risposta 1.6).

Cosa c’è da sapere

Ai soggetti titolari di contratti di locazione stipulati o rinnovati ai sensi della Legge 431/1998, per unità immobiliari utilizzate come abitazione principale, spetta una detrazione stabilita in misura forfetaria, graduata in relazione all’ammontare del reddito complessivo e alla tipologia del contratto.
In particolare, la detrazione riguarda i contratti:

  • a canone libero;
  • a canone convenzionale;
  • stipulati da giovani di età compresa tra i 20 ed i 30 anni;
  • stipulati dai lavoratori dipendenti in occasione di trasferimenti per motivi di lavoro.

Le detrazioni non sono cumulabili nello stesso periodo di tempo, ma il contribuente ha il diritto di scegliere quella a lui più favorevole. Se nel corso dell’anno si verificano più situazioni, il contribuente può applicare per i diversi periodi di tempo diverse detrazioni ma il numero complessivo di giorni indicato non può essere superiore a 365 (Circolare 21.05.2014 n. 11, risposta 7.1).
La detrazione per i canoni di locazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto ed essere rapportata al periodo dell’anno durante il quale l’unità immobiliare locata è adibita ad abitazione principale.
L’art.16 del TUIR specifica che l’abitazione principale è quella nella quale il soggetto titolare del contratto di locazione o i suoi familiari dimorano abitualmente.
Qualora la detrazione spettante sia di ammontare superiore all’imposta lorda diminuita nell’ordine delle detrazioni di cui agli artt. 12 e 13 del TUIR, è riconosciuto un credito di ammontare pari alla quota di detrazione che non ha trovato capienza nella predetta imposta (DM 11 febbraio 2008).

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana.

Il QUESITO della settimana

Potrebbe interessarti anche

Cerca articoli per categoria
Hai bisogno di consulenza e assistenza fiscale?
Convenzione aziendale
Le esigenze dei dipendenti sono una delle priorità delle aziende

Per questo molte organizzazioni mettono a disposizione dei collaboratori forme di welfare aggiuntivo. Ti proponiamo una convenzione con condizioni economiche vantaggiose e un’assistenza dedicata

Collabora con noi
Sei un professionista di settore e vuoi ampliare la gamma dei servizi da offrire ai tuoi clienti?

Per fidelizzare i tuoi clienti puoi affidarti ad un partner professionale senza fare investimenti. Offriamo le migliori soluzioni in ambito fiscale e previdenziale a vantaggio dello studio professionale di dottori commercialisti, consulenti del lavoro ed esperti contabili.