Bonus vacanze: a chi spetta e come ottenerlo

Dal 1° luglio è possibile richiedere il bonus vacanze fino a un importo di 500 euro per le famiglie con Isee inferiore a 40.000 euro.

Il Bonus vacanze rientra nelle iniziative previste dal Decreto Rilancio e offre un contributo alle famiglie fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed&breakfast esclusivamente in Italia. La somma totale stanziata è di 2,4 miliardi di euro.
Può essere richiesto e speso dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

A CHI SPETTA
Potranno ottenere il Bonus vacanze i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. Per il calcolo dell’ISEE è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

L’importo del bonus sarà modulato secondo la numerosità del nucleo familiare:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone.
  • 300 euro da due persone.
  • 150 euro da una persona.

Per maggiori informazioni su come ottenere la Dichiarazione sostitutiva unica e per richiedere l’ISEE rivolgiti agli uffici di 50&PiùCaf.

COME OTTENERLO
Lo sconto vacanza è rilasciato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo, infatti, è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID o della Carta di Identità elettronica CIE 3.0. La procedura per ottenerlo prevede necessariamente il download dell’applicazione IO, l’App dei servizi pubblici, disponibile gratuitamente da PagoPA Spa. Tutte le informazioni su come scaricare l’app sono disponibili sul sito io.italia.it.

Il Bonus è esclusivamente digitale e sarà identificato da un codice univoco, a cui sarà associato anche un QR code (leggibile direttamente dallo schermo del tuo telefono). Non c’è quindi nulla da stampare: occorrerà semplicemente mostrare all’albergatore questo codice attraverso il proprio smartphone, insieme al codice fiscale, al momento di pagare il soggiorno.

Lo sconto applicato come Bonus Vacanze sarà rimborsato all’albergatore come credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

COME PUÒ ESSERE UTILIZZATO?
Il Bonus può essere utilizzato anche da un solo componente del nucleo familiare (anche diverso dalla persona che lo ha richiesto) e deve essere speso in un’unica soluzione, presso una struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast).

È utilizzabile nella misura dell’80%, sottoforma di sconto immediato; il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno (fattura, documento commerciale, scontrino/ricevuta fiscale).

50&PiùCaf è a disposizione per la compilazione dell’ISEE utile ai fini di richiesta del Bonus vacanze.

Potrebbe interessarti anche

Cerca articoli per categoria
Hai bisogno di consulenza e assistenza fiscale?
Convenzione aziendale
Le esigenze dei dipendenti sono una delle priorità delle aziende

Per questo molte organizzazioni mettono a disposizione dei collaboratori forme di welfare aggiuntivo. Ti proponiamo una convenzione con condizioni economiche vantaggiose e un’assistenza dedicata

Collabora con noi
Sei un professionista di settore e vuoi ampliare la gamma dei servizi da offrire ai tuoi clienti?

Per fidelizzare i tuoi clienti puoi affidarti ad un partner professionale senza fare investimenti. Offriamo le migliori soluzioni in ambito fiscale e previdenziale a vantaggio dello studio professionale di dottori commercialisti, consulenti del lavoro ed esperti contabili.